Storie

110 di 12 elementi

IL GIGANTE FRAGILE JACINDA, che ha sconfitto il razzismo nella Nuova Zelanda

da Tonino Cau

Jacinda Ardern è nata il 26 luglio del 1980, quindi ha 38 anni; fra i leader più giovani al mondo, è al governo della Nuova Zelanda da fine 2017 ed era stata eletta in parlamento già nel 2008; nello stesso anno fu eletta presidente dell’Internazionale dei Giovani Socialisti. Questa strage spaventosa operata da un primatista (= […]

DON CIOTTI: LETTERA A UN RAZZISTA – cap. 1

da Tonino Cau

Questo è il primo capitolo di un libretto molto utile per capire il razzismo di oggi e vincerlo in modo nonviolento cercando di capire le motivazioni dei violenti e dei razzisti e tentare di dialogare con loro, nonostante tutto. Questo libretto, scritto da don Ciotti che tutti conosciamo, si fa le domande di un razzista […]

L’abate Anastasio aveva un libro prezioso, ma…

da Tonino Cau

L’abate Anastasio visse nel IV sec. dopo Cristo e sin da giovane si ritirò nel deserto egiziano per pregare, fare penitenza e amare il prossimo che aveva vicino. L’abate Anastasio aveva un libro prezioso, ma… L’Abate Anastasio aveva un libro scritto su per­gamena finissima, che valeva diciotto soldi, e in esso aveva sia il Vecchio […]

Mi domando che nome ti ha messo, piccolino, la tua mamma preziosa?

da Tonino Cau

Erri De Luca, che spesso esterna la sua indignazione per il trattamento riservato agli attuali migranti (a quelli che riescono a raggiungere le nostre coste e a quelli che rimangono sepolti nel Mediterraneo), ha voluto riproporci questa poesia nutrita da stupore e dolore. L’autore è un eritreo, Selam Kidane. Poesia straziante, ci invita a fare qualcosa di positivo […]

mio adorato amore

da Tonino Cau

mio adorato amore “Mio adorato amore, per favore non morire, io ce l’ho quasi fatta. Dopo mesi di viaggio sono arrivato in Libia. Domani mi imbarco per l’Italia. Che Allah mi protegga. Quello che ho fatto, l’ho fatto per sopravvivere. Se mi salverò, ti prometto che farò tutto quello che mi è possibile per trovare […]

AGGRAPPATO ALLE RUOTE DI UN TIR

da Tonino Cau

AGGRAPPATO ALLE RUOTE DI UN TIR Non ha occupato le prime pagine dei giornali e neanche le aperture dei telegiornali la notizia della morte ad Ancona del giovane afghano (di cui non sappiamo il nome) travolto, nel giorno di Natale, dalle ruote del tir sotto cui si era aggrappato per entrare in Italia. Evidentemente all’orrore […]

Khadija, figlia del presidente della moschea di Torino, punta di diamante degli azzurri alle Olimpiadi dei giovani, ragazza simbolo dell’integrazione

da Tonino Cau

Una splendida notizia! E stanno sempre più crescendo. E da questa grande bellezza Salvini sarà travolto…non oggi, non domani, ma sarà travolto. Khadija, figlia del presidente della moschea di Torino, punta di diamante degli azzurri alle Olimpiadi dei giovani, ragazza simbolo dell’integrazione Diciott’anni da compiere, astro nascente del canottaggio, ha appena vinto un argento ai […]

SALVINI, L’ARTE DELLE MEZZE VERITA’, CIOE’ DELLA MENZOGNA

da Tonino Cau

Salvini merita una risposta per le sue bugie manifeste e volute con piena coscienza sui migranti , perché sono il segnale preoccupante della scelta di un capro espiatorio su cui sempre si sono basate ieri le dittature fasciste e oggi quelle sovraniste come la Lega e Fratelli d’Italia (e, in Europa, l’Austria, l’Ungheria, la Polonia, la Cechia […]

Un click sul barcone per ascoltare il VIDEO

da Tonino Cau

Questa immagine di un barcone ricolmo di migranti nel mare di Sicilia (e non solo!) è il simbolo di oggi per gli esodi biblici da quando l’umanità esiste. Carico di sofferenze e di morti. Appoggiate la freccetta del vostro mouse e ascoltate il video che c’è dentro. Questo video, come noterete, l’ha prodotto la CGIL Pensionati […]

La lingua batte dove il dente duole: due piccole storie

da Tonino Cau

La Lingua batte dove il dente duole: piccole storie Il ministro Salvini ha la responsabilità dì dare fiato alle trombe di un ridotto (spero) gruppo di facinorosi, xenofobi e razzisti Come tifoso di una squadra di calcio, mi offendo quando vengo messo alla stregua di pochi idioti che vanno allo stadio per insultare e picchiare. […]